Energia Postnatale. Rappresentazione nel campo energetico

Energia Postnatale-art
L’energia Postnatale

L’energia postnatale è quell’energia che utilizziamo dal momento della nascita fino alla morte. Come abbiamo visto nel precedente articolo relativo all’energia prenatale, venendo al mondo abbiamo un serbatoio energetico che rappresenta il tesoro a nostra disposizione per vivere la nostra vita. L’energia postnatale si occuperà quindi di integrare il nostro potenziale energetico alimentandolo e sostenendolo affinché si esaurisca nel più lungo tempo possibile.

L’energia postnatale è quindi quell’energia che preleviamo dall’aria (respirazione) e dal cibo (digestione di alimenti).

Una buona respirazione rappresenta un buon punto di partenza e un ottimo strumento per la gestione dei nostri pensieri (Yang). Il cervello è l’organo con il più alto consumo di ossigeno. L’ipossia, ovvero la condizione patologica dovuta dalla carenza di ossigeno, si presenta infatti con sintomi che per lo più attaccano le attività tipiche del cervello. Venendo a ridursi l’ossigeno possiamo riscontrare difficoltà di concentrazione, lentezza di ragionamento, stanchezza e via via sintomi sempre peggiori in relazione alla gravità della carenza riscontrata.

Come detto anche il cibo rappresenta l’energia postnatale e infatti è ovvio che l’alimentazione contribuisce in maniera fondamentale ad una buona qualità di vita. Il cibo si occupa di apportare energia più materiale (Yin) utile alla strutturazione del corpo e del suo movimento.

Cerchiamo adesso di schematizzare l’energia postnatale in relazione alle attività e alle strutture energetiche:

 

ENERGIA POSTNATALE

Respirazione   Alimentazione
Yang   Yin
  Tao  
Pensiero   Corpo
Corrente della Manifestazione   Corrente della Liberazione

CHAKRA

Chakra della Gola   Chakra delle Radici
Chakra del Terzo Occhio   Chakra del Sesso
Chakra della Corona   Chakra dell’Ombelico
  Chakra del Cuore  

MERIDIANI

Meridiano del Polmone   Meridiano del Grosso Intestino
Meridiano Milza/Pancreas   Meridiano dello Stomaco
Meridiano del Cuore   Meridiano dell’Intestino Tenue
Meridiano del Rene   Meridiano della Vescica
Meridiano Maestro del Cuore   Meridiano del Triplice Riscaldatore
Meridiano del Fegato   Meridiano della Vescicola Biliare
Meridiano Vaso di Concezione   Meridiano Vaso Governatore

NADI

Nadi Ida   Nadi Pingala

NUCLEI

Nucleo Spirituale   Nucleo Kundalini
Nucleo Dio, Universo, Cosmo   Nucleo dell’Ego

LIVELLI

Livello relazione con sé stesso ___   Livello relazione con gli altri

5 ELEMENTI

Elemento Metallo   Elemento Legno
Elemento Acqua   Elemento Fuoco
  Elemento Terra  

 

Dando anche una semplice occhiata allo schema sopra proposto, potremmo notare una discrepanza logica. Tuttavia, se si è letto e compreso l’articolo “Uomo, Donna, Tao… Relazioni complicate!” i dubbi dovrebbero svanire.

In tale articolo infatti ricordo quanto l’essere di base Yin o Yang corrisponda nella sua attività al suo essere contrario.

È dunque logico che la respirazione, essendo Yang in rapporto all’alimentazione, in quelle strutture che si suddividono a sua volta in Yin e Yang (in relazione all’attività svolta) essa si rifletta su quelle con caratteristica contraria alla propria. La respirazione infatti produce un energia utile allo sviluppo mentale che a sua volta è utile alla creazione della materia attraverso la manifestazione o il prender corpo del pensiero. In questo processo intervengono i meridiani Yin che ricevono e custodiscono l’energia essenziale.

L’alimentazione invece rappresenta un processo inverso. Tramite la digestione avviene l’elaborazione del cibo in energia (prodotta dall’interno (Yin)) per essere liberata. In questo intervengono dunque i meridiani Yang che si occupano dell’elaborazione e del consumo.

BannerLibro

E i chakra? I livelli? I nuclei? Gli elementi?

Come sappiamo i chakra, i nuclei e anche gli elementi rappresentano di per sé l’unione dei due elementi Yin/Yang e dunque non possono essere classificati con questa relazione se non andando a prendere in considerazione il loro ruolo nello sviluppo del campo energetico. Per questo motivo nel contesto dell’energia postnatale, i primi tre chakra, che come abbiamo visto anche nel libro Anatomia Energetica – L’uomo e il campo energetico si occupano dell’energia più materiale, possono essere posizionati nella colonna relativa all’alimentazione mentre gli ultimi tre che si occupano delle nostre relazioni con il mondo circostante possono collocarsi a pieno titolo nella colonna della respirazione.

Non è così invece per i livelli energetici affrontati nell’articolo “Ecco come incidono i Livelli Energetici nelle nostre relazioni”. Il fatto che l’energia della respirazione abbia un flusso discendente (corrente manifestazione) indica dunque un interiorizzazione dell’informazione energetica. Per questo motivo vengono interessati i livelli di relazione con sé stessi.

Nei nuclei vale il discorso fatto per i chakra. Il primo e secondo nucleo che si occupano della gestione energetica legata al corpo si possono quindi considerare determinanti nell’espressione energetica prodotta dall’alimentazione.

Infine gli elementi. Premetto immediatamente che in questo caso ho effettuato volontariamente una forzatura volendo classificare gli elementi secondo una logica attitudinale. Il legno e il fuoco infatti rappresentano una forte carica energetica e per questo motivo li considero come fossero Yang. Ecco perché si possono trovare legati all’attività dell’alimentazione. Ovviamente metallo e acqua si troveranno al loro opposto.

Nello schema esistono poi tre voci posizionate al centro e non collegate direttamente né con l’una né con l’altra caratteristica dell’energia postnatale.

Tao, chakra del Cuore e l’elemento Terra infatti non sono imputabili direttamente né alla respirazione né all’alimentazione in quanto essi contengono all’interno di sé energie di tutte e due queste attività. Sono come mediatori di queste energie all’interno dei loro sistemi di riferimento.

Più avanti cercheremo di approfondire ancora di più l’importanza dell’energia postnatale in relazione al modo in cui la viviamo.


“Quello che mi ha sorpreso di più negli uomini dell’Occidente è che perdono la salute per fare i soldi e poi perdono i soldi per recuperare la salute. Pensano tanto al futuro che dimenticano di vivere il presente in tale maniera che non riescono a vivere né il presente, né il futuro. Vivono come se non dovessero morire mai e muoiono come se non avessero mai vissuto.”

Tenzin Gyatso






Inserisci i dati e ricevi subito il primo capitolo gratuito “Definizione di IO” del libro di

ANATOMIA ENERGETICA

Nome Completo

Email *